Post in evidenza

giovedì 20 dicembre 2012

La Tenuta di San Rossore continuerà ad essere gestita dall’Ente Parco

Comunicato stampa del Parco MSRM.
Fabrizio Manfredi, Presidente del Parco di Migliarino San Rossore Massaciuccoli, esprime soddisfazione per l’esito dell’iter legislativo della proposta di legge regionale n. 195, che nella sua formulazione iniziale avrebbe comportato la sottrazione della gestione della ex Tenuta presidenziale alla conduzione diretta dell’Ente Parco e che nella versione approvata dal Consiglio regionale nella seduta del 17 dicembre prevede invece forme di collaborazione con l’ente "Terre Regionali Toscane".
Resteranno in capo all’Ente Parco le funzioni di gestione amministrativa della Tenuta di San Rossore: è questo il risultato più importante conseguito a distanza di poco più di un mese dall’allarme lanciato dal Presidente Manfredi per il possibile conferimento integrale della Tenuta al costituendo ente "Terre Regionali Toscane", che secondo il nuovo assetto legislativo regionale sarà deputato alla valorizzazione del patrimonio agricolo e forestale toscano.
Il nuovo testo della Legge regionale n. 24/2000, con cui la Regione aveva trasferito la gestione della Tenuta all’organismo di gestione del Parco – dando a sua volta seguito alla chiara volontà, espressa dal Parlamento un anno prima, di dare maggior peso alle sue peculiarità ambientali – contempla specifiche modalità di collaborazione tra le due istituzioni proprio nell’ambito delle finalità istitutive dell’ente "Terre Regionali Toscane", oltre che per la gestione del parco stalloni e la promozione del territorio.
Il Presidente dell’Ente Parco, Fabrizio Manfredi, ha accolto con favore le modifiche alla versione iniziale della proposta di legge 195, a cui lo stesso Gianni Salvadori, Assessore regionale all’agricoltura, aveva annunciato nel corso della seduta straordinaria Consiglio comunale di Pisa dello scorso 6 dicembre che sarebbero state apportati cambiamenti significativi: «Sono lieto che la Regione abbia riconosciuto le esigenze di tutela del contesto ambientale della Tenuta di San Rossore, intesa appunto quale "sistema" organico e collegata in modo vitale al resto dell’area protetta; d’altronde sono sempre stato convinto, anche in queste difficili settimane, che un percorso condiviso con gli enti locali e gli altri attori del territorio non avrebbe potuto che spingere la Giunta e il Consiglio regionale a rivedere l’impostazione iniziale della proposta di legge. L’occasione di un dibattito pubblico sulle questioni del Parco regionale, comunque, è stata utile per portare di nuovo l’attenzione degli organi di informazione e delle stesse istituzioni locali sul tema della protezione dell’ambiente e dell’importanza strategica di San Rossore nel territorio comunale e provinciale, e per contribuire con osservazioni anche critiche, ma sempre propositive e costruttive, all’avvio di una fase di rinnovamento per l’Ente Parco, peraltro da me auspicata sin dal mio insediamento. Devo infine ringraziare anche tutte le associazioni e i gruppi di cittadini che nell’ultimo mese hanno dato una grande dimostrazione di solidarietà e di partecipazione alla vita del Parco di Migliarino San Rossore Massaciuccoli, oltre ovviamente al Consiglio direttivo dell’Ente, che è sempre rimasto al mio fianco e che senza dubbio potrà aiutarmi anche nella definizione dei contenuti del nuovo disciplinare della Tenuta, che entro il mese di giugno dovrà essere definito in accordo tra la Giunta regionale, l’Ente Parco e il nuovo Ente "Terre Regionali Toscane"».

martedì 18 dicembre 2012

Trasporto pubblico, riparte Pendolaria


Comunicato stampa. Firenze, 18 dicembre 2012
Legambiente lancia una giornata di mobilitazione contro “i soliti vecchi treni”: blitz e manifestazioni nelle stazioni di Firenze, Viareggio, Lucca, Prato e Borgo a Buggiano
Rapporto Pendolaria 2012: tutti i dati ed i numeri del trasporto pubblico locale in Toscana

La linea Firenze–Viareggio fra le 10 peggiori linee ferroviarie in Italia, 7 stazioni soppresse (Serravalle Pistoiese, Borgo a Buggiano, Montecarlo, Porcari, Tassignano, Nozzano, Massarosa), 27 treni giornalieri cancellati sulla tratta Pistoia – Lucca e 17 treni giornalieri cancellati sulla tratta Lucca – Viareggio: in breve lo scenario del trasporto pubblico toscano. Una giornata di mobilitazione contro i tagli al trasporto pubblico locale con blitz e manifestazioni nelle stazioni di Firenze, Viareggio, Lucca, Prato e Borgo a Buggiano per chiedere più treni per i pendolari, nuove carrozze e servizi migliori. Riparte così Pendolaria, la campagna di Legambiente dedicata alla mobilità sostenibile e ai diritti di chi ogni giorno si sposta in treno.
Tagli di treni e di intere linee. Aumento del prezzo dei biglietti e degli abbonamenti. Purtroppo il 2012 è stato un ennesimo anno difficile per la vita dei pendolari, con effetti rilevanti sulla qualità del servizio e soprattutto con un notevole grado d'incertezza per il futuro. In Toscana, i tagli ai servizi nel 2011 sono stati del -3,3% con un aumento delle tariffe del +1,5%  nel 2012 invece un taglio ai servizi del -3% con aumento delle tariffe del +20%. Nel corso del 2012 sono stati attuati aumenti delle tariffe, prima a febbraio con un +20% sui biglietti di corsa semplice, poi ad ottobre con un ulteriore +10% sulla corsa semplice e 20% sugli abbonamenti, ma con l’esclusione dei redditi più bassi.
 "Bisogna cambiare scenario per i pendolari. Le nostre parole d’ordine sono: no ai tagli e più certezze nelle risorse da parte del Governo per una nuova politica sulla mobilità ferroviaria! - dichiara Fausto Ferruzza, presidente di Legambiente Toscana - Il primo tema è quello delle risorse per garantire il servizio. L’acquisto di nuovi treni è diventato quanto mai urgente: solo con un parco rotabile rinnovato sarà infatti possibile dare risposta ai disagi di una domanda in costante aumento. Le Regioni devono far diventare strategico il tema del trasporto ferroviario pendolare. E’ infatti nelle aree urbane che bisogna spostare la spesa per le infrastrutture. Per esempio, tra le grandi opere da realizzare a Firenze dobbiamo spingere sulla realizzazione delle linee 2 e 3 della tramvia, come modo integrato per connettersi col sistema su rotaia metropolitano".
Alle Regioni spetta il compito di garantire la qualità del servizio di trasporto ferroviario pendolare. Perché sono loro a definire il Contratto di Servizio con i gestori dei treni e a individuare i capitoli di spesa nel proprio bilancio per aggiungere risorse a quelle statali per potenziare il servizio (ossia più treni in circolazione) e per il materiale rotabile (dunque i treni nuovi o riqualificati). In Toscana, unica tra le regioni insieme ad Emilia Romagna e Lombardia a mantenere una certa continuità, lo stanziamento per il servizio ferroviario pendolare nel 2012 è stato di 27,6 mln, per il materiale rotabile di 49,7 con una percentuale sul bilancio regionale di 0,72%. La spesa regionale per le infrastrutture (finanziamenti 2003 – 2012 in mln di euro) così si presenta: per le strade 667,0 per le ferrovie 78,83 con un valore percentuiale sul totale 2003 – 2012 di 89,43% per le strade e 10,57% per le ferrovie.
Per quanto riguarda i numeri salienti che descrivono il trasporto ferroviario locale: in Toscana l'estensione della rete ferroviaria regionale è di 1561 km, il numero dei viaggiatori al giorno è di 234.000 con un numero di abbonati di 54.800 ed i diversi gestori presenti sono Trenitalia ed il trasporto Ferroviario Toscano. Le linee pendolari più frequentate con 20mila passeggeri sono la Pisa – Firenze. Per quanto riguarda gli investimenti per materiale rotabile la Toscana, con circa 50 milioni, è tra le realtà dove nell’ultimo anno si è investito di più. La spesa riguarda l’acquisto di 10 nuovi treni diesel della Pesa che saranno destinati alle linee non elettrificate, oltre all’acquisto di materiale rotabile per le linee in provincia di Arezzo della TFT. In valore assoluto tra il 2001 ed il 2012 la Toscana ha investito oltre 371mln di euro sui servizi ferroviari (di cui  231 per i servizi aggiuntivi e 140 per nuovo materiale rotabile).

Quali sono i problemi che i pendolari incontrano ogni mattina? Il nodo di Firenze è oggi in una situazione complicata perché sono in ritardo le opere relative alla linea dell’Alta Velocità con la nuova stazione. Questi ritardi hanno conseguenze e ripercussioni anche sul servizio pendolare perché con la realizzazione della linea interrata dedicata ai treni a lunga percorrenza si potrebbe liberare quelli in superficie ed arrivare ad avere un sistema ferroviario dedicato al trasporto regionale e metropolitano (tra le stazioni di Firenze Castello e di Rovezzano, ad esempio, attraversando la città con almeno 5 fermate intermedie già esistenti). Si tratta di opportunità enormi per i viaggiatori pendolari di avere una valida alternativa ai mezzi di trasporto su gomma. Naturalmente occorre migliorare anche le linee esistenti per rendere competitivo il servizio pendolare, in particolare realizzando il raddoppio della linea Borgo San Lorenzo-Firenze. Proprio sulla linea Faentina,tra Borgo San Lorenzo e Firenze, i problemi lamentati sono numerosi, a partire dalla velocità di percorrenza dei treni, che impiegano addirittura 40 minuti per effettuare un tragitto di pochi chilometri. Si tratta di una linea non elettrificata che vede il passaggio di convogli estremamente vecchi, frequentati però da almeno 2.700 pendolari ogni giorno (con un incremento nell’ultimo anno del 14%), e che per 4 anni consecutivi è stata “eletta” la linea peggiore della Regione Toscana. Sarebbe necessario anche il raddoppio della tratta Empoli-Siena della direttrice per Firenze, ma anche il rilancio della tratta Siena-Grosseto dove transita un solo treno (lentissimo) per senso di marcia nell’orario tra le 7 e le 9. Proprio in queste settimane vengono soppressi altri treni su questa linea per un totale di 5 corse (tra cui l’Arezzo-Firenze S.M.N. delle 8.20, l’Arezzo-Firenze Rifredi delle 16.13 e il Montevarchi-Prato delle 12.13).
Purtroppo, nel corso del 2012, sono da segnalare anche criticità su altre linee, come la Viareggio-Lucca-Firenze. Saranno infatti 7 le stazioni che su questa linea verranno chiuse (Serravalle, Borgo a Buggiano, Montecarlo, Porcari, Tassignano, Nozzano e Massarosa per un totale coinvolto di 570 viaggiatori al giorno) insieme al taglio della frequenza dei treni.

"La perdita di queste sette stazioni – continua Fausto Ferruzza, presidente di Legambiente Toscana - è molto grave perchè di fatto lacera un tessuto di servizi ed abitudini collettive assolutamente virtuosi e disincentiva in modo assai preoccupante l'utilizzo del mezzo pubblico su rotaia col rischio anche di un impoverimento delle aree urbanistiche connesse a questi sette luoghi".
Si tratta dell'area tra Firenze, Pistoia, Lucca, Pisa, Livorno dove nel raggio di circa 100 km vive il 40% della popolazione regionale e ove sarebbe di fondamentale importanza il raddoppio dei binari ad ovest di Pistoia (stessa tratta che oggi vede il minor passaggio dei treni) proprio perché i treni provenienti da Lucca sono quelli che provocano ritardi verso Firenze. Un’altra linea che incide nella provincia di Pistoia è la storica Porrettana, ferrovia che negli ultimi vent’anni nella tratta da Porretta Terme a Pistoia è stata oggetto di una politica di dismissione. Questa linea sarebbe al contrario molto utile per i pendolari toscani diretti a Bologna e viceversa perché offrirebbe una valida alternativa alle altre tratte percorse dai treni ad Alta Velocità e a lunga percorrenza. Attualmente nelle politiche di riorganizzazione del servizio seguite ai tagli degli ultimi 2 anni sono stati sostituiti 12 treni con 24 autobus, causando così un crollo drastico dell’utenza perché vista la conformazione del territorio appenninico i bus, a causa del traffico ed in inverno del manto stradale innevato, non garantiscono affatto la puntualità. Una risorsa importante e su cui dovrebbe puntare la Regione è quella del progetto del Tram-treno della Piana. La proposta riguarda l'area vasta Firenze-Prato-Pistoia in cui si potrebbe inserire un sistema integrato di tramvie e linee ferroviarie tra Firenze, Campi Bisenzio e Prato. Anche la linea ferroviaria tra Siena e Chiusi mostra problemi significativi, con materiale vecchio e stazioni in disuso, ma al tempo stesso un’importante potenziale di sviluppo. Si tratta di 90 km al momento percorsi in 1 ora e 20 minuti ma che con l’inserimento a fine 2011 di due convogli veloci e moderni ha mostrato come, con correnti investimenti, il potenziale di attrazione di questa linea possa essere sviluppato adeguatamente.
Anche la presenza di orari cadenzati e di facile memorizzazione permette ad un maggior numero di persone di poter scegliere il treno come mezzo di trasporto. In Toscana, nel 2004, è stato creato il servizio “Memorario” grazie alla collaborazione tra la Regione e Trenitalia. Il servizio offre la possibilità di sapere con certezza e con facile memorizzazione gli orari dei treni pendolari, organizzati con cadenze regolari e coordinati per semplificare i cambi anche con gli altri mezzi di trasporto pubblico. A dicembre 2010 sempre in Toscana è stato istituito il nuovo servizio Regionale Veloce “fast”, dedicato ai collegamenti tra i principali centri della Toscana e Firenze. Al momento interessa la tratta Pisa Aeroporto-Pisa Centrale-Firenze, attiva dal dicembre 2010, la relazione Chiusi-Arezzo- Firenze, attiva dal dicembre 2010, la Grosseto-Pisa-Firenze, attiva da aprile 2011.
Per info sul dossier di Pendolaria 2012 www.legambiente.it

Ufficio Stampa Legambiente Toscana 

mercoledì 12 dicembre 2012

Tesseramento 2013. Fai un regalo che dura tutto l'anno.. e oltre!

Care amiche e cari amici di Legambiente,

un altro anno volge al termine e la difficile situazione che stiamo vivendo a livello planetario, con la crisi finanziaria, quella energetica e quella climatica, preannuncia scenari di involuzione a livello economico, sociale e, inevitabilmente, ambientale; tempi duri che però possono anche configurare un’opportunità per cambiare stili di vita ed intraprendere strategie di sviluppo sostenibile. Per raggiungere questi non facili obiettivi è necessario il contributo e la partecipazione di ognuno di noi.

Legambiente Versilia vuole continuare ad essere laboratorio di idee e di buone pratiche, punto di riferimento per quanti non si arrendono di fronte ai pesanti attacchi che, anche a livello locale, vengono portati alla nostra Terra, che “è l’unica che abbiamo”.

Ma per continuare ad esistere abbiamo bisogno del vostro sostegno! Vi ricordiamo che è possibile fare a parenti e amici (senza dimenticare se stessi) un regalo simpatico ed utile: con l'adesione a Legambiente si ha l'abbonamento a La Nuova Ecologia, la nostra bella rivista mensile che può interessare molti. Regalare un abbonamento è un modo per farsi ricordare tutto l'anno. Chi non conosce La Nuova Ecologia può ritirarne dei numeri arretrati presso il Centro Visite di Villa Borbone a Viareggio.

Il costo della tessera è di € 30,00 per i soci ordinari con abbonamento mensile a “La Nuova Ecologia” (€ 20,00 senza l’abbonamento alla rivista), € 15,00 per i giovani dai 15 ai 28 anni, € 10,00 per i bambini fino a 14 anni.

Per rinnovare o richiedere la tessera, scriveteci una mail  o telefonate al numero 3899231999.

Nella speranza di potervi incontrare di persona, auguro a tutti/e buone feste.

Letizia Debetto (Presidente Legambiente Versilia)
Alcune attività svolte da Legambiente Versilia nel 2012…
Anche quest’anno abbiamo finalizzato buona parte delle nostre iniziative alla tutela e alla promozione della Macchia Lucchese e della spiaggia della Lecciona, grazie alla convenzione col Parco Regionale Migliarino San Rossore Massaciuccoli per la gestione del Centro Visite di Villa Borbone a Viareggio, giunta già al secondo anno di attuazione. Nell’ambito della convenzione abbiamo attivato il progetto di educazione ambientale gratuito, indirizzato alle scuole di ogni ordine e grado del comune di Viareggio e vari eventi a tema naturalistico e ambientale, quali laboratori di riciclo, escursioni tematiche, mostre e convegni a tema. In estate sono state organizzate Settimane Verdi per bambini da 6 a 10 anni e in autunno è stato realizzato il Walking Festival.

Nel mese di aprile abbiamo organizzato una visita al paese ed alla Centrale Termica a Biomasse di Pruno (frazione di Stazzema), alimentata tramite una filiera corta derivante dalla manutenzione delle antiche selve di castagno e dei cigli stradali, ed al Mulino del Frate, una antico mulino ad acqua recentemente ristrutturato.

Abbiamo inoltre attuato localmente alcune campagne promosse da Legambiente sul territorio nazionale come “Puliamo il mondo”, che abbiamo seguito in tutti i comuni della Versilia organizzando in prima persona la pulizia del quartiere Varignano a Viareggio in collaborazione con le scuole del quartiere e varie associazioni locali.

Nell’ultima parte dell’anno abbiamo collaborato con l’associazione Uovo di Colombo nella realizzazione di un progetto dedicato al riciclo e riuso di materiali, con laboratori dedicati a carta, legno e sughero.

L’ultima iniziativa dell’anno ci vedrà impegnati nella partecipazione a Pendolaria, campagna nazionale volta a rilanciare il trasporto pubblico locale, per contrastare i tagli di Trenitalia, che colpiranno anche la tratta Viareggio-Lucca-Firenze con la chiusura di molte stazioni (compresa quella di Massarosa) e la riduzione del numero di corse. Vi invitiamo a partecipare all’iniziativa che si svolgerà il 18 dicembre nella stazione di Viareggio, in occasione della presentazione del rapporto di Legambiente sulla mobilità sostenibile, che vedrà in azione in contemporanea i vari  circoli di Legambiente presenti lungo la tratta, in collaborazione con i comitati locali per la difesa del trasporto ferroviario. 

Le informazioni riguardanti le iniziative passate e future sono sempre visibili su questo nostro blog e sul gruppo facebook Legambiente Versilia.

Veniteci a trovare al Centro Visite del Parco, a Villa Borbone – vi aspettiamo!
Gli attivisti di Legambiente Versilia

mercoledì 28 novembre 2012

Lettera aperta su Terre Regionali Toscane

Firenze, 26/11/12
Al Presidente della Regione Toscana Enrico Rossi
All’Assessore all’Ambiente, Aree Protette ed Energia Anna Rita Bramerini
All’Assessore all’Urbanistica, Pianificazione del Territorio e Paesaggio Anna Marson
All’Assessore all’Agricoltura Gianni Salvadori
Ai Consiglieri regionali della Toscana

Oggetto: Legambiente sulla proposta di legge di istituzione dell’Ente “Terre regionali Toscane” e la gestione dell'Azienda agricola regionale di Alberese Tenuta di San Rossore:
− Le Agenzie della Green Economy in Toscana ci sono già e sono i Parchi, basta con
sovrapposizioni e nuovi Enti
− La Regione piuttosto proceda con urgenza alla revisione della Legge Regionale sulle
aree naturali protette e rafforzi il ruolo e l'efficienza dei Parchi.


Egregi Presidente, Assessori e Consiglieri,
in merito alla Proposta di legge d’istituzione dell’Ente Terre regionali Toscane in discussione, esprimiamo tutta la nostra perplessità sulla correttezza ed efficacia del trasferimento della Tenuta di San Rossore e dell'Azienda regionale agricola di Alberese al costituendo Ente.
I territori di Alberese e San Rossore non sono solo tenute agroforestali, ma soprattutto ecosistemi vulnerabili di rilevanza nazionale ed europea, da gestire secondo i principi della Legge quadro sulle aree naturali protette e con gli Enti preposti già esistenti: i Parchi.
Non ritroviamo peraltro negli scopi dell'Ente Terre regionali toscane la necessaria missione di conservazione e divulgazione degli ecosistemi, mentre appare di tutta evidenza che sono “esistenti” due Enti Parco (Migliarino San Rossore Massaciuccoli e della Maremma) che resteranno in essere.
Non capiamo quindi la validità di un'operazione, nata nell'ambito della Legge finanziaria regionale, che avrebbe lo scopo di migliorare l'efficienza economica nella gestione di beni regionali quando, per perseguirlo, prevede la creazione di un nuovo Ente con nuovi costi e inevitabili sovrapposizioni.
Gli Enti Parco non hanno messo in campo una governance efficiente e dinamica per la gestione e valorizzazione di beni regionali? Allora perché non si riformano e si dotano degli strumenti per unire la missione di conservazione e divulgazione della natura agli obiettivi di efficienza economica? Legambiente è convinta che i Parchi vadono migliorati nelle performance e rafforzati nel loro ruolo territoriale, in quanto per loro natura sono già di fatto 'Agenzie per la promozione della Green Economy'.
Allora come mai si tengono al palo dal 2008 progetti di revisione della Legge Quadro regionale sui Parchi invece di riformarli all'insegna del miglioramento delle performance, e nel frattempo si costruiscono invece dispositivi normativi lampo che ne indeboliscono pesantemente il loro già sofferente ruolo?
Per questo Legambiente vi chiede con forza di sospendere l'iter della PdL in oggetto e avviare un'ampia consultazione per addivenire a provvedimenti che garantiscano il rilancio del ruolo dei Parchi Regionali ed il loro miglioramento nell'efficienza economica e di governance dei beni regionali, fermando il trasferimento al nuovo Ente Terre regionali toscane.
Distinti saluti.

Fausto Ferruzza Matteo Tollini
Presidente Legambiente Toscana Responsabile Parchi Legambiente Toscana

sabato 24 novembre 2012

Festa del Tesseramento 2013

Per sabato 1 dicembre, dalle ore 15 alle 18, presso il Centro Visite della Macchia Lucchese, il circolo Legambiente Versilia organizza una festa per il tesseramento 2013.

Verranno proiettati filmati sulle attività svolte sul territorio dalla nostra associazione.
Inoltre, è previsto un laboratorio creativo di riciclo e riuso (per adulti).
E, alla fine, un bel brindisi di benvenuto!

Sei invitato/a a partecipare.
 
Per motivi logistici è gradita la prenotazione:
legambienteversilia@yahoo.it oppure tel. 389 9231999
La festa si svolgerà presso il Centro Visite a Villa Borbone, viale dei Tigli, loc. La Lecciona, a Viareggio.
Gli attivisti di Legambiente Versilia

mercoledì 21 novembre 2012

Pedibus a Torre del Lago

Siamo lieti di segnalarvi un' importante realtà che è sorta recentemente sul nostro territorio: il progetto PEDIBUS a Torre del Lago!

L' “Associazione Pedibus Torre del Lago” ha lo scopo di creare le condizioni logistiche e organizzative che consentano al maggior numero possibile di bambini di compiere a piedi il tragitto casa-scuola e ritorno, in compagnia di altri bambini e con la massima sicurezza possibile, sotto la guida e la sorveglianza di accompagnatori adulti.
Inoltre, come si può leggere nel relativo gruppo facebook, con tale progetto si intendono perseguire indirettamente anche altre finalità:
a. favorire nei bambini la conoscenza diretta del nostro territorio;
b. dare loro la possibilità di socializzare con nuovi amici ;
c. far loro acquisire autonomia, spirito di collaborazione e senso di responsabilità, apprendendo regole importanti sulla convivenza civile e sulla sicurezza stradale;
d. sviluppare la loro sensibilità ecologica;
e. ridurre la circolazione di auto e quindi l’inquinamento ambientale e dislocare il traffico in modo da ridurre il congestionamento davanti alle scuole.
f. offrire agli adulti (e in primo luogo ai genitori) un’occasione utile e gratificante di volontariato sociale, vivendo il tempo messo a disposizione come un reciproco arricchimento.

Il Pedibus è un'iniziativa già diffusa in molte altre città italiane ed europee.
Noi speriamo che si possa sviluppare anche in altre zone della città e negli altri comuni.
Nel frattempo, auguriamo "Buon Pedibus!" a tutti i bambini e ai genitori che vi prenderanno parte a Torre del Lago!

lunedì 12 novembre 2012

Premiazione del Concorso per le scuole primarie “Nel bosco c’è un funghetto”

Comunicato stampa dal Centro Visite.  

Viareggio – Domenica 11 novembre si è svolta a Villa Borbone la premiazione della seconda edizione del concorso per le scuole primarie “Nel bosco c’è un funghetto”, evento associato alla seconda edizione della Mostra Micologica “I funghi della Macchia Lucchese” che, come l’anno passato, ha raccolto e fatto conoscere ai visitatori un campione della diversità biologica presente nella Macchia Lucchese.

L’edizione di quest’anno ha visto l’adesione di 13 classi delle scuole primarie del comune di Viareggio che hanno partecipato con cartelloni, disegni, giochi, poesie e storie tutte inerenti il mondo dei funghi. È intervenuto alla premiazione il presidente dell’Ente-Parco Regionale Migliarino San Rossore Massaciuccoli Fabrizio Manfredi che ha portato ai convenuti i saluti dell’ente da lui presieduto e rappresentati dell’Associazione Legambiente Versilia che gestisce la struttura del Centro Visite di Villa Borbone per conto del Parco.

I vincitori sono stati premiati con gadget inerenti il mondo micologico ed escursioni didattiche nel bosco della Macchia Lucchese accompagnati da esperte guide ambientali escursionistiche.

Al termine della premiazione è stata offerta una semplice merenda biologica.
 
Giacomo Grasseschi, Elisa Bresciani, Elena Cupisti

martedì 23 ottobre 2012

Mostra micologica al Centro Visite

I funghi della Macchia Lucchese: escursioni e mostra micologica.  
Ecco il programma:
Sabato 27 ottobre

- ore 10.00 - 18.00: mostra micologica allestita presso le scuderie del Centro Visite con l'aiuto del Prof. Paolo Emilio Tomei del Dipartimento di Scienze Agrarie, Alimentari ed Agroambientali dell'Università di Pisa e dell'Esperto Roberto Narducci, micologo, Associazione Gruppi Micologici Toscani. Ingresso libero

- ore 15.00: premiazione delle classi del comune di Viareggio aderenti alla seconda edizione del concorso micologico "Nel Bosco c'è un funghetto".

Domenica 28 ottobre

- ore 10 - 17 : Camminare nei profumi d'autunno: escursione tematica guidata "I funghi della Macchia Lucchese", a cura di Alberto Bucci, guida ambientale escursionista esperto in materia (escursione inserita all'interno della manifestazione "Walking Festival 2012").

L’itinerario che parte dalla Villa Borbone, sede del centro visite del Parco Migliarino San Rossore Massaciuccoli, e che attraversa tutti gli ambienti presenti in Macchia Lucchese, vuole far conoscere la biodiversità e l’importanza delle diverse specie fungine presenti nella nostra zona del Parco. Chi parteciperà all’escursione potrà apprezzare e conoscere i funghi sotto tutti gli aspetti, dai funghi saprofiti, spazzini del bosco, ai funghi parassiti, passando per i funghi simbionti di pini e lecci.

Numero massimo di escursionisti: 25 (in ordine di prenotazione)
Costo escursione: 7€ ad adulto - 18€ a famiglia
Percorso facile, 7 ore di cammino comprese le pause
Pranzo al sacco a carico dei partecipanti
Iscrizione obbligatoria sul sito del Tuscany Walking Festival


ATTENZIONE! Evento rimandato a causa del mal tempo e della conseguente chiusura del Viale dei Tigli

Questo è il programma futuro:

SABATO 10 e DOMENICA 11 NOVEMBRE: Mostra Micologica "I funghi della Macchia Lucchese" II edizione.
Orari: sabato 10 dalle ore 15 alle ore 18; domenica 11 dalle ore 10 alle ore 18.

SABATO 10 NOVEMBRE: Escursione-avventura per bambini dai 6 ai 10 anni. Ritrovo ore14.30 presso il Centro Visite di Villa Borbone. Cena al sacco.
Rientro ore 21.30. (come già programmato)

DOMENICA 11 NOVEMBRE:
- Escursione guidata "I funghi della Macchia Lucchese, a cura di Alberto Bucci. Ritrovo ore 9. Pranzo al sacco.
- Ore 15. Premiazione della seconda edizione del concorso scolastico per le scuole primarie "Nel bosco c'è un funghetto".
Ci scusiamo e vi aspettiamo numerosi!

Elena, Giacomo, Elisa

giovedì 11 ottobre 2012

Giornata Nazionale del Camminare a Massarosa

In occasione della I Giornata Nazionale del Camminare 2012 promossa da FederTrek, il Comune di Massarosa organizza per domenica 14 ottobre 2012 la passeggiata ecologica “Vivi il Lago”, in collaborazione con il Consorzio di Bonifica Versilia Massaciuccoli, l’Ente Parco Migliarino San Rossore Massaciuccoli e il circolo Legambiente Versilia.

La partenza è prevista per le ore 10.00 (ritrovo alle ore 09.45) dalla Piazza Provenzali (piazza del mercato) di Massarosa.

Per informazioni:

Ufficio Ambiente Comune di Massarosa tel. 0584/979373-331
Ufficio Stampa del Consorzio Bonifica tel. 0584/439924  

In caso di maltempo la manifestazione sarà rinviata.

mercoledì 3 ottobre 2012

Resoconto PIM 2012

Comunicato stampa.

Grande successo e partecipazione per il weekend appena trascorso all’insegna di “Puliamo il Mondo”, la manifestazione che ogni anno, da vent’anni a questa parte, Legambiente organizza sul territorio nazionale.
In Versilia sono stati tanti i Comuni, le scuole e i singoli cittadini che hanno aderito all’iniziativa: insieme ai volontari del circolo Legambiente Versilia, sono scesi in piazza armati di sacchi e guanti ed hanno ripulito strade, parchi e torrenti dai rifiuti incivilmente abbandonati.

Venerdì 28 settembre a Viareggio gli alunni delle scuole dell'Istituto Comprensivo “Don Milani”, in particolare quelli delle classi elementari, si sono occupati di Piazza Donatori del Sangue e della poco conosciuta Piazza Pablo Neruda, mentre le medie dei giardini del quartiere Apuania e quelli all'incrocio tra via Paladini e via delle Mimose. Alla fine della pulizia i ragazzi hanno provveduto ad  attaccare ai cassonetti della raccolta differenziata un cartello con le buone regole sull'uso dei contenitori.

A Seravezza invece sono stati gli studenti della scuola media E. Pea del Marzocchino a scendere in campo, insieme al Comune, il Consorzio di Bonifica Versilia Massaciuccoli e al Comitato Alluvionati Pietrasanta. E’ stato ripulito l'argine ed il greto del fiume Versilia lungo via delle Ciocche.

A Stiava hanno partecipato le classi quarta e quinta della scuola elementare, che si sono occupati del parco di Villa Gori, mentre le due classi quinte della scuola elementare di Massarosa hanno ripulito il Parco di Nassirya e poi hanno visitato il nuovo Centro di Raccolta Rifiuti di Via Rietto. I ragazzi sono stati accompagnati dall’assessore Damasco Rosi, dai tecnici dell’ERSU e dell’ufficio ambiente.

A Forte dei Marmi gli alunni della seconda media dell'Istituto Comprensivo si sono concentrati sull’area protetta delle “Dune di Forte dei Marmi”. Incredibile è stata la quantità di mozziconi di sigarette che sono state qui ritrovati e raccolti. Alla fine della mattinata il Comune ha offerto una merenda ai ragazzi.

Domenica 30 ha visto come protagonisti i cittadini del quartiere Varignano, a Viareggio, guidati ancora una volta dai volontari di Legambiente Versilia insieme alle associazioni del Cantiere sociale, il Circolo “Il Fienile” e gli scouts di Lido di Camaiore e Pietrasanta. In collaborazione con SEA, sono stati raccolti i rifiuti nella zona verde lungo via Della Libertà, nel parcheggio vicino all’Italmaco e nei prati lungo via Tobino. Qui è stata addirittura ritrovata una piccola discarica abusiva.

Nella stessa giornata nel Comune di Seravezza, con la collaborazione dei cittadini del paese di Riomagno, il Consorzio Bonifica, Legambiente ed ERSU, è stato ripulito un tratto del fiume Serra. Per l’occasione il Consorzio Bonifica ha allestito una mostra sugli animali che vivono nei corsi d’acqua. Alla fine della manifestazione è stata offerta una deliziosa merenda dal CRO Riomagno.

Infine ricordiamo che sabato prossimo, 6 ottobre, sarà la volta del Comune di Pietrasanta presso il parco della Versiliana,  mentre il fine settimana successivo starà al Comune di Stazzema.

Gli attivisti di Legambiente Versilia ringraziano tutti coloro che hanno partecipato, sperando che  l’ attenzione dimostrata in questo weekend  per la tutela del nostro territorio non resti un evento isolato, ma possa rimanifestarsi, sotto ogni forma possibile, anche nei giorni futuri.

Reportage Puliamo il Mondo a PIETRASANTA
Reportage Puliamo il Mondo a MASSAROSA
 

mercoledì 26 settembre 2012

Puliamo il Mondo 2012 in Versilia


Anche quest'anno il circolo di Legambiente Versilia aderisce alla campagna nazionale di "Puliamo il Mondo", l'edizione italiana di Clean up the World, il più grande appuntamento di volontariato ambientale del mondo di cui quest'anno si festeggia il ventesimo anniversario.
Dal 1993 Legambiente ha assunto il ruolo di comitato organizzatore in Italia ed è presente su tutto il territorio nazionale grazie all'instancabile lavoro di oltre 1000 gruppi di "volontari dell'ambiente", che organizzano l'iniziativa a livello locale in collaborazione con associazioni, comitati e amministrazioni cittadine.

Ecco gli appuntamenti in Versilia (in costante aggiornamento!) ..

A Viareggio  il circolo  di Legambiente Versilia, in collaborazione con l' Istituto Comprensivo Lenci, le associazioni del Cantiere sociale, il Circolo il Fienile, organizza una due giorni nel quartiere del Varignano, uno dei più trascurati della città, ma forse anche per questo, con un forte tessuto sociale. Le giornate che ci vedranno pulire le strade e le piazze del quartiere, con i cittadini, le famiglie che vorranno partecipare saranno  il 28 e il 30 settembre. In particolare:
Venerdì 28 i ragazzi delle scuole dell'Istituto Comprensivo Lenci parteciperanno numerosi pulendo alcuni giardini e piazze adiacenti alle scuole: in particolare P.za Donatori del Sangue, le zone verdi in prossimità delForcone, il campo giochi del quartiere Apuania.

Domenica 30 invece, è il momento degli adulti, che si troveranno per pulire le piazze lungo la via del Pastore ed alcuni angoli più degradati e abbandonati del quartiere: tra cui un angolo verdedimenticatotra il v.le della libertà e la via Piero della Lena e il parcheggio retrostante il palazzo dell' Italmaco. Il ritrovo per domenica è davanti al circoloil Fieniledalle 9,30 in poi: i partecipanti verranno iscritti ed a tutti saranno consegnati i guanti ed i sacchetti forniti dalla SEA.

Forte dei Marmi:

Venerdì 28 alle 9.30 le scuole dell'Istituto Comprensivo Forte dei Marmi puliscono la zona protetta delle “Dune di Forte dei Marmi” a Vittoria Apuania.

Massarosa:

Venerdì 28 alle ore 9.30 ritrovo presso il parco di Villa Gori a Stiava con le classi quarta e quinta della scuola elementare di Stiava per la pulizia del Parco.

Dalle ore 11.00 in poi invece le due classi quinte della Scuola elementare di Massarosa si ritrovano presso il Parco di Nassirya a Massarosa per la pulizia; seguirà visita al nuovo Centro di Raccolta Rifiuti di Via Rietto con descrizione delle attività di raccolta ai bambini.

Pietrasanta:

Sabato 6/10 al parco della Versiliana la mattina si ritroveranno per pulire il parco le famiglie coi bambini, sponsor il Brico center di Pietrasanta.

Seravezza:

Venerdì 28 con la collaborazione degli alunni della scuola E.Pea del Marzocchino, Seravezza verrà pulito l'argine ed il greto del fiume Versilia lungo via delle Ciocche.
Ecco la locandina della giornata: http://www.bonificavm.it/images/stories/Comunicazione/Eventi/2012/Settembre/locPULMONDOven.pdf

Domenica 30 settembre con la collaborazione dei cittadini del paese di Riomagno, sarà ripulito un tratto del fiume Serra.
Ecco la relativa locandina: http://www.bonificavm.it/images/stories/Comunicazione/Eventi/2012/Settembre/locPULMONDO_dom.pdf
Riccardo Cecchini (per Legambiente Versilia)

domenica 19 agosto 2012

Luogo del Cuore FAI: vota per il Circo Glaciale del Pizzo d'Uccello e Solco di Equi

Luogo del Cuore FAI
FIRMATE
Per la prima volta dopo tanto tempo si presenta l'occasione di riuscire a salvare concretamente una prima parte di Alpi Apuane dalla distruzione causata dall’escavazione, oramai divenuta a tutti gli effetti insostenibile, delle cave di marmo.

Il Pizzo d'uccello dal punto di vista alpinistico è sicuramente la cima più nota della catena apuana.

Il Sindaco di Casola (MS), in Lunigiana, ha deciso di riconvertire l'economia di cava con un'economia agro-turistica, ma per realizzare questo ci vogliono più aiuti possibili. Diventare un luogo del Cuore del FAI (Fondo Ambiente Italiano) significherebbe realizzare e concretizzare una parte del progetto.

E’possibile votare andando sul sito del FAI al seguente indirizzo: http://img.iluoghidelcuore.it/circo-glaciale-del-pizzo-d-uccello-e-solco-di-equi

Inoltre, se vuoi diventare parte attiva nella raccolta delle segnalazioni puoi scaricare il modulo al seguente indirizzo:

.. e riconsegnare il tutto alla filiale della Banca Intesa più vicina a te, entro il 31 ottobre 2012.

FINALMENTE ABBIAMO LA POSSIBILITA’ DI INIZIARE IL CAMBIAMENTO!

Grazie!

giovedì 2 agosto 2012

Bat-Night al Centro Visite


Il Dr. Paolo Agnelli del Museo di Storia Naturale di Firenze Sez. Zoologica "La Specola" ci introdurrà nel mondo dei pipistrelli attraverso immagini e filamti che verranno proiettati all'interno dei locali del Centro Visite.
Alla presentazione seguirà, nel giardino della Villa, l'ascolto degli ultrasuoni emessi dai pipistrelli in modo da riconoscere le diverse specie presenti intorno a noi. Infine sarà possibile fare una breve passeggiata nella Macchia Lucchese per ascoltare tutti gli altri protagonisti de...
lla notte.

Aperitivo a base di miele e formaggio offerto del Centro Visite
Cena al sacco

Contributo richiesto:
- 15€ a famiglia
- 6€ ad adulto

Prenotazione Obbligatoria

Si raccomanda di portare una torcia, utile durante la passeggiata notturna e qualcosa per coprirsi nel caso la sera risulti fredda

non mancate!!!

giovedì 5 luglio 2012

Dal Centro Visite: "Dante e dintorni"

Siamo ad invitarvi al primo degli eventi in programma per la stagione di spettacoli teatrali, musicali e concerti che si terranno nella splendida cornice di Villa Borbone durante l'estate 2012. Ancora una volta si sottolinea l'importanza del nostro territorio, della conos...cenza e diffusione della cultura musicale e letteraria.

Venerdì 6 Luglio 2012 ore 21,30
Dante e dintorni
(ingresso gratuito)

Nella suggestiva atmosfera della villa, accompagnato dall’arpa di Alice Belardini Pini sarà proposta una selezione dei canti danteschi più rappresentativi, da quelli versiliesi, fra le cui righe si possono riconoscere le località della riviera frequentate dal “turista” Alighieri, ad alcuni di quelli più classici che meglio rispecchiano lo spirito della nostra terra.

Filippo Ferrantini (cantore)
Alice Belardini Pini (arpa)
--
Centro Visite Villa Borbone
Viale dei Tigli, 6-Loc. La Lecciona, Torre del Lago (Viareggio)
Legambiente Versilia 389.9231999
Villa Borbone 0584.383726
centrovisite.villaborbone@gmail.com
facebook.com/centrovisitevillaborbone

mercoledì 13 giugno 2012

Concerto per l'Emilia

Con la solidarietà si vince. Concerto a favore delle popolazioni dell'Emilia colpite dal terremoto.

Parteciperanno:

-KINNARA
-DAVID MANCINI

Ospiti Speciali:

-DANIELE GIGLI e FRANCESCO GABBANI

Dalle ore 21.00 di mercoledì 20 giugno 2012, presso Camping La Pineta via dei Lecci 105, a Viareggio (LU).

 A cura di ARCI Versilia

e con l'adesione e la colaborazione di:

-Cantiere Sociale Versiliese
-Croce Verde Viareggio
-G.A.P. Viareggio
-Legambiente Versilia
-UDAP

Ingresso libero con contributo.
Troverete anche qualcosa da mangiare(grgliate) e da bere.

Il ricavato della serata verrà destinato a favore delle popolazioni colpite dal sisma.

Associazione Arci presso Banca Etica con la causale "Emergenza terremoto in nord Italia". I dati del conto corrente bancario sono: c/c 145350 - Iban IT 39 V 05018 03200 000000145350